BaronaToday

Spaccano, pestano e rubano auto: hanno 13 e 15 anni. Arrestati

Dietro ai semafori, armati di bastone, picchiavano e pestavano gli automobilisti fermi. Fermati due membri di baby gang: egiziani, hanno 13 e 15 anni. S'indaga per scoprire gli altri

Si appostavano all'incrocio nel cuore della notte, attendevano che le auto si fermassero al semaforo ed estraevano il bastone per picchiare e rapinare l'automobilista. I carabinieri hanno bloccato due giovanissimi componenti di una spietata baby gang composta da sei o sette minorenni, specializzati in rapine di auto. I due, 13 e 15 anni, entrambi italiani di origine egiziana, sono stati sorpresi questa notte dopo l'ennesimo colpo in piazza Negrelli (nella foto).

Il 15enne è stato arrestato per rapina aggravata e rinchiuso nel carcere minorile Beccaria, mentre il 13enne è stato segnalato in Procura e affidato ai genitori. Gli investigatori hanno accertato la loro responsabilità in almeno tre rapine, ma stanno svolgendo accertamenti su altri quattro colpi commessi nelle ultime tre settimane.

L'ULTIMA RAPINA - L'ultimo a farne le spese, questa notte alle 4, è stato un 71enne italiano al volante di una Honda Civic, malmenato e trasportato all'ospedale San Paolo con diverse contusioni. L'uomo è stato rapinato con una tecnica ben consolidata nelle vicinanze dell'università Iulm, la stessa zona dove sono state commesse le altre rapine. I giovani hanno aspettato che l'automobilista si fermasse allo stop di piazza Negrelli, hanno aperto la portiera, spinto a terra il 71enne, che è stato picchiato a calci, pugni e colpi di bastone, prima di fuggire al volante della Civic. I militari, che negli ultimi giorni avevano intensificato i controlli in quell'isolato, li hanno inseguiti e raggiunti in via Lodovico il Moro. Un complice è riuscito a scappare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

USATE LE AUTO RAPINATE - Grazie anche alla collaborazione dei due giovani bloccati, i carabinieri della Compagnia Porta Magenta hanno ritrovato parcheggiate in via De Nicola e in via Crivelli altre due auto rapinate dallo stesso gruppo il 17 e il 20 aprile scorso, sempre in piena notte nelle vicinanze dell'ateneo. Si tratta di una Jeep Cherokee e di una Ford Fiesta, il cui proprietario era stato rapinato anche del portafoglio. I due baby criminali hanno detto di aver utilizzato le auto rapinate per commettere altri colpi. Gli investigatori sono a caccia dei restanti componenti della baby gang, tutti italiani minorenni, e stanno effettuando verifiche su eventuali altre rapine, in una zona che in passato era già finita al centro delle cronache per episodi di prostituzione maschile. Secondo i carabinieri, i due piccoli malviventi appartengono a famiglie non particolarmente disagiate. Tutti i componenti vivono nello stesso quartiere, non lontano da quello in cui agivano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, 'paziente covid positivo' attraversa la città con flebo e ossigeno: la performance

  • Milano, 15 volanti danno la caccia a un uomo: il folle inseguimento finisce in Buenos Aires

  • Incidente a Carpiano, scontro tra due auto piene di bambini: bimba di 7 mesi grave

  • Milano, ancora spari in via Creta: ragazzo di 32 anni gambizzato durante la notte, le indagini

  • Maltempo a Milano, violenta grandinata nel pomeriggio di venerdì: diversi allagamenti

  • Fanno esplodere la banca e scappano verso un campo rom: il bottino era di 60mila euro

Torna su
MilanoToday è in caricamento